Firmo volentieri molte delle petizioni di Avaaz e di Change, ma questa mi entusiasma, perché non è rivolta ai soliti potenti di turno, ma alle persone che rispetto di più al mondo: Tutti noi.

Tre propositi per il 2015

Gentilezza e rispetto

Trattare con gentilezza e rispetto noi stessi e gli altri. È sempre possibile, ricordandosi che ogni persona che incontriamo sta combattendo una battaglia di cui non sappiamo nulla.

Ambire alla saggezza

Cercare la saggezza nelle nostre decisioni, ascoltando con attenzione noi stessi e gli altri, mantenendo un equilibrio che risulti in armonia tra razionalità, emozione e intuizione.

La pratica della gratitudine

Fermarsi regolarmente a pensare a ciò per cui siamo grati, perché ci può aiutare a mettere tutto nella giusta prospettiva, scacciare la negatività e rafforzare il nostro legame con ciò che è veramente importante.

 

Firmala anche tu e ripensaci ogni mattina.

Share Button

2 thoughts on “Tre propositi per il 2015

  • 15 gennaio 2015 at 09:54
    Permalink

    Pensa invece che io, che di solito firmo quasi tutte le petizionidi di Avaaz e di Change, questa non l’ho firmata !
    Mi è sembrata scritta da Papa Francesco (per carità, niente di personale contro di lui…).
    Qui siamo oltre il buonismo. Qui siamo al volemoce bene al caramello !

    • 15 gennaio 2015 at 10:15
      Permalink

      Sì. E’ un po’ buonista, forse più buddista, che non cattolica, ma non sono abbastanza pratico per affermarlo.

      Però a me è piaciuto soprattutto il principio: siamo pronti a chiedere a tizio e caio questo e quell’altro.
      Giustissimo.
      Ricordarci una volta in più che noi siamo/dobbiamo-essere per primi brave persone, mi sembra una presa di posizione politica che si distanzia dall’ideologia e dalla politica delle parole altisonanti.

Lascia un commento